arrow_back_ios
Torna al catalogo incentivi

Programma di supporto alle Case delle tecnologie emergenti

Innovazione e ricerca
Startup/Sviluppo d'impresa
calendar_today
Ultimo aggiornamento: 18/11/2022

Dettagli incentivo

FORMA agevolazione

Contributo/Fondo perduto

SETTORE

ICT

SPESA AMMESSA

Da 8.000.000 €   a 15.000.000 €

REGIONI

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste, Veneto, Toscana, Puglia, Umbria

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

17/10/2022

Data chiusura

25/11/2022

Note

La data di chiusura, inizialmente fissata al 18 novembre 2022, è prorogata alle ore 12 del 25 novembre 2022.

Cos'è

Il Programma di supporto alle Case delle tecnologie emergenti ha lo scopo di supportare progetti di ricerca, sperimentazioni e trasferimento tecnologico finalizzato allo sviluppo di prodotti, processi, servizi e modelli di business e organizzativi relativi alle tecnologie emergenti applicate in particolare all’industria dell’audiovisivo, alle infrastrutture, alla mobilità, alle industrie creative, alla robotica industriale, basati sull’uso e sullo sviluppo delle reti mobili ultra veloci (5G) e di nuova generazione (6G)

A chi si rivolge

Possono presentare proposte progettuali i Comuni, quali soggetti beneficiari, nei quali è presente una rete a banda ultralarga in tecnologia mobile 5G, in qualità di capofila di un partenariato composto da Università e/o Centri di ricerca italiani e imprese, PMI e/o startup costituite italiane o con una sede operativa sul territorio italiano.

Cosa prevede

Il Programma finanzia progetti di ricerca, sperimentazione e trasferimento tecnologico, promossi dal partenariato, all’interno delle Case delle tecnologie emergenti, finalizzati a coniugare le competenze scientifiche dell’Università e dei Centri di ricerca con le esigenze del tessuto imprenditoriale e dei settori che si ritengono strategici al fine di aumentare la competitività dei territori. Le Case delle tecnologie, intese come centri di trasferimento tecnologico, hanno in particolare i seguenti obiettivi:

  • supportare progetti di ricerca e sperimentazione;
  • sostenere la creazione di startup;
  • favorire il trasferimento tecnologico verso le piccole e medie imprese.

I temi interessati sono:

  • Blockchain e Crypto Asset;
  • Internet of Things (IoT);
  • Intelligenza Artificiale;
  • 6G;
  • Tecnologie quantistiche.

Le proposte progettuali dovranno avere un importo minimo pari a 8 milioni di euro e un massimo pari a 15 milioni di euro

Ulteriori Dettagli

Obiettivo - Finalità

Innovazione e ricerca - Startup/Sviluppo d'impresa

Forma agevolazione

Contributo/Fondo perduto

Costi ammessi


 Impianti/Macchinari/Attrezzature; Costo del personale; Materie prime, di consumo e merci

Spesa ammessa (min-max)

Da 8.000.000 €   a 15.000.000 €

Agevolazione concedibile (min-max)

--

Tipologia soggetto

Impresa - SU/PMI innovativa, Impresa, Università/Ente di Ricerca

Dimensione

Grande Impresa , Media Impresa , Piccola Impresa

Settore attività

ICT

ATECO

--

Regioni

Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Sardegna - Trentino-Alto Adige/Südtirol - Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste - Veneto - Toscana - Puglia - Umbria

Comuni

Tutti i comuni

Ambito territoriale speciale

Non applicabile

Altre caratteristiche

Tecnologie emergenti, trasferimento tecnologico, 5g, 6g, IoT; banda ultralarga, Università, Centri di ricerca e imprese, programmi di ricerca, sperimentazione e trasferimento tecnologico; Startup e PMI, Blockchain, Intelligenza Artificiale, Internet of things, Crypto Asset, tecnologie quantistiche.

Soggetto gestore

Ministero dello sviluppo economico

Base normativa primaria

Base normativa secondaria

--

Provvedimento attuativo

Riferimenti Gazzetta Ufficiale

Stanziamento incentivo

80.000.000 €