Interventi di Family Friendly nelle imprese della regione Marche - Asse 1 Occupazione, OS 4.c (3) Campo di intervento 143 PR Marche FSE+ 2021-2027

Anticipo rimborsabile Aree interne Brevetto Capitale di rischio Conoscenze Tecniche Non Brevettate/Know how Consorzio tra imprenditori Contributo a fondo perduto Contributo diretto alla spesa Contributo in c/capitale c/impianti Contributo in c/esercizio Contributo in c/interessi Cooperativa Costi della ricerca contrattuale, condizioni di mercato Costo del personale Costo di immobili, fabbricati e dei terreni Costo di strumenti e attrezzature Credito d'imposta Crisi d'impresa De minimis Detrazione di imposta Differimento dell’imposta Digitalizzazione Dimensione di Impresa Ente del Terzo settore Finanziamento agevolato Fondo di investimento Formazione Professionale Grande Impresa Impianti/Macchinari Imprenditoria Femminile Impresa - PMI innovativa Impresa - Startup innovativa Impresa a prevalenza femminile Impresa a prevalenza giovanile Inclusione Sociale Innovazione e Ricerca Internazionalizzazione Interventi a garanzia Istituto finanziario Licenze Marchi Materie prime, di consumo e merci Media Impresa Microimpresa  Piccola Impresa Premio Prestito Prestito agevolato Progettazione/studi/consulenze Registro Nazionale Aiuti di Stato Reti d'impresa Riduzione dei contributi di previdenza sociale Riduzione dell’aliquota Servizi professionali Sostegno Investimenti Sostegno Liquidità Sovvenzione Sovvenzione rimborsabile Spese generali Start up/Sviluppo d'impresa Start-up Transizione ecologica ZES Zone Franche Urbane Zone sismiche
Torna al catalogo incentivi
Aggiungi ai preferiti
Aggiunto ai preferiti
Stampa

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

21/02/2024

Data chiusura

31/03/2025
Ultimo aggiornamento: 28/02/2024

Interventi di Family Friendly nelle imprese della regione Marche - Asse 1 Occupazione, OS 4.c (3) Campo di intervento 143 PR Marche FSE+ 2021-2027

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

21/02/2024

Data chiusura

31/03/2025
Imprenditoria femminile
Inclusione sociale
Dettagli incentivo

FORMA agevolazione

Contributo/Fondo perduto

SETTORE

Agroalimentare, Alberghiero, Altri servizi, Artigianato, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Chimica e Farmaceutica, Commercio, Cultura, Edilizia, Elettronica, Fornitura Energia, Acqua e gestione Rifiuti, ICT, Meccanica, Metallurgia, Mobili, Legno e Carta, Moda e Tessile, Ristorazione, Salute, Servizi di trasporto, Turismo

SPESA AMMESSA

Da 30.000 €   a 350.000 €

REGIONI

Marche

Cos'è

La finalità è quella di sostenere e favorire l’implementazione di nuove forme di organizzazione del lavoro “family friendly” da parte di aziende private anche in ATI/ATS e liberi professionisti, in risposta alla domanda di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, e di sviluppare e/o ottimizzare i servizi per il benessere delle lavoratrici e dei loro familiari all’interno del tessuto produttivo marchigiano. In particolare 
• sostenere il rientro al lavoro delle lavoratrici favorendo l'armonizzazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia;
• sostenere la diffusione di strumenti volti a promuovere un legame virtuoso tra esigenze aziendali e bisogni di conciliazione vita-lavoro; 
• favorire lo sviluppo di modelli di competitività basati sulla valorizzazione ed il benessere delle risorse umane in funzione del potenziamento della produttività e della qualità del lavoro; 
• stimolare un miglioramento delle condizioni generali del benessere delle donne che lavorano;
• aumentare la partecipazione femminile al mercato del lavoro, attraverso l’attivazione di servizi che favoriscano la flessibilità organizzativa.

A chi si rivolge

Il bando è rivolto alle Piccole e Medie imprese (PMI) iscritte alla CCIAA con i seguenti requisiti:
• essere attive ed avere la sede legale all’interno dell'UE al momento della presentazione della domanda;
• avere un’unità produttiva sede dell’intervento oggetto di contributo nel territorio della Regione Marche al momento del pagamento;
• avere in forza almeno 3 dipendenti* al momento della presentazione della domanda 
Liberi professionisti ordinistici titolari di partita IVA operanti in forma singola o societaria (Studi associati di professionisti) iscritti a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza con i seguenti requisiti:
• Avere atto costitutivo (nel caso di studi associati), registrato all’Agenzia delle Entrate alla data di presentazione della domanda; 
• aventi la sede legale all’interno dell'UE al momento della presentazione della domanda e unità operativa sede dell’intervento oggetto di contributo nel territorio della Regione Marche al momento del pagamento; 
• avere in forza almeno n.3 dipendenti al momento della presentazione della domanda.

Il progetto presentato dovrà prevedere tutte o alcune azioni di seguito elencate e definite in base all’analisi dei fabbisogni di conciliazione vita-lavoro delle lavoratrici dell’impresa, come meglio specificato al successivo punto:
1. sostegno alla flessibilità degli orari di lavoro attraverso la sperimentazione di modalità di lavoro quali il telelavoro o lo smart working;
2. sostegno all’attivazione di servizi educativi per l’infanzia 
3. sostegno all’attivazione di servizi proposti nell’ambito di attività estive, nonché pre e post-scuola per figli in età scolare 
4. sostegno all’attivazione di servizi di cura di familiari, diversamente abili (compresi i figli), anziani non autosufficienti.

Destinatarie degli interventi
Donne assunte a tempo indeterminato o determinato con figli fino a 14 anni e/o familiari, diversamente abili (compresi i figli), anziani non autosufficienti

Cosa prevede

L’agevolazione concedibile viene erogata in regime “DE MINIMIS” ai sensi del Reg. UE 2023/2831 del 13.12.2023.
Gli aiuti «de minimis» concessi a norma del presente regolamento non sono cumulabili sugli stessi costi ammissibili né con altri aiuti resi ai sensi del regolamento de minimis né con altri aiuti di stato concessi ai sensi del Regolamento Reg. (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014 e s.m.i.. 
Per le imprese che forniscono servizi di interesse economico generale si applica il regolamento UE 2023/2832 art. 9 “pertanto l’impresa beneficiaria deve pertanto ricevere in forma scritta o elettronica un atto che la incarica di prestare il servizio di interesse economico generale per il quale l’aiuto è concesso”.
Spese per il personale, interno ed esterno: il costo ammissibile è quantificato con la formula “Staff + 40%” di cui all’art. 56 del Reg. UE 2021/1060.
i costi per l’acquisto dei pc e relativi accessori necessari, sono ammissibili ai sensi della clausola di complementarietà di cui all’art. 25.2 del Regolamento (UE) 2021/1060. Il contributo concedibile sui costi ammissibili è calcolato mediante le opzioni di costo semplificata disciplinate dal reg. UE 2021/1060.
il contributo spettante (Art. 13 avviso) sarà liquidato in tre tranche come di seguito indicato: 
Una prima tranche pari al 45% del contributo assegnato a seguito della comunicazione dell’avvio delle attività progettuali 
Una seconda tranche (pagamento intermedio) pari al 45% del contributo assegnato, a fronte di un avanzamento della spesa pari ad almeno l’80% della prima anticipazione 
Saldo finale pari al 10% del contributo concesso

Ulteriori Dettagli

Obiettivo - Finalità

Imprenditoria femminile - Inclusione sociale

Forma agevolazione

Contributo/Fondo perduto

Costi ammessi

Costi di personale - Costo del personale; Costi generali - Spese generali; Materiali - Impianti/Macchinari/Attrezzature; Materiali - Progettazione/studi/consulenze; Servizi - Altri servizi; Servizi - Servizi professionali

Spesa ammessa (min-max)

Da 30.000 €   a 350.000 €

Agevolazione concedibile (min-max)

Fino a 350.000 €

Tipologia soggetto

Impresa, Professionista, Rete d'impresa

Dimensione

Media Impresa , Microimpresa , Piccola Impresa

Settore attività

Agroalimentare, Alberghiero, Altri servizi, Artigianato, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Chimica e Farmaceutica, Commercio, Cultura, Edilizia, Elettronica, Fornitura Energia, Acqua e gestione Rifiuti, ICT, Meccanica, Metallurgia, Mobili, Legno e Carta, Moda e Tessile, Ristorazione, Salute, Servizi di trasporto, Turismo

ATECO

Tutti i settori economici ammissibili a ricevere aiuti;

Regioni

Marche

Comuni

--

Ambito territoriale speciale

--

Altre caratteristiche

--

Soggetto gestore

Regione Marche

Base normativa primaria

Avviso Pubblico Interventi di Family Friendly nelle imprese della regione Marche DGR n.1620 del 16.11.2023 PR Marche FSE+ 2021 -2027 – Asse 1 Occupazione, OS 4.c (3) – Campo di intervento 143: – Euro 2.000.000,00

Base normativa secondaria

--

Provvedimento attuativo

Avviso Pubblico Interventi di Family Friendly nelle imprese della regione Marche DGR n.1620 del 16.11.2023 PR Marche FSE+ 2021 -2027 – Asse 1 Occupazione, OS 4.c (3) – Campo di intervento 143: – Euro 2.000.000,00

Riferimenti Gazzetta Ufficiale

--

Stanziamento incentivo

2.000.000 €
Approfondisci