Contributo edicole 2023 per le spese sostenute nell’anno 2022 - Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'informazione e l'editoria

Anticipo rimborsabile Aree interne Brevetto Capitale di rischio Conoscenze Tecniche Non Brevettate/Know how Consorzio tra imprenditori Contributo a fondo perduto Contributo diretto alla spesa Contributo in c/capitale c/impianti Contributo in c/esercizio Contributo in c/interessi Cooperativa Costi della ricerca contrattuale, condizioni di mercato Costo del personale Costo di immobili, fabbricati e dei terreni Costo di strumenti e attrezzature Credito d'imposta Crisi d'impresa De minimis Detrazione di imposta Differimento dell’imposta Digitalizzazione Dimensione di Impresa Ente del Terzo settore Finanziamento agevolato Fondo di investimento Formazione Professionale Grande Impresa Impianti/Macchinari Imprenditoria Femminile Impresa - PMI innovativa Impresa - Startup innovativa Impresa a prevalenza femminile Impresa a prevalenza giovanile Inclusione Sociale Innovazione e Ricerca Internazionalizzazione Interventi a garanzia Istituto finanziario Licenze Marchi Materie prime, di consumo e merci Media Impresa Microimpresa  Piccola Impresa Premio Prestito Prestito agevolato Progettazione/studi/consulenze Registro Nazionale Aiuti di Stato Reti d'impresa Riduzione dei contributi di previdenza sociale Riduzione dell’aliquota Servizi professionali Sostegno Investimenti Sostegno Liquidità Sovvenzione Sovvenzione rimborsabile Spese generali Start up/Sviluppo d'impresa Start-up Transizione ecologica ZES Zone Franche Urbane Zone sismiche
Torna al catalogo incentivi
Aggiungi ai preferiti
Aggiunto ai preferiti
Stampa

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

15/03/2024

Data chiusura

15/04/2024
Ultimo aggiornamento: 07/03/2024

Contributo edicole 2023 per le spese sostenute nell’anno 2022 - Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'informazione e l'editoria

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

15/03/2024

Data chiusura

15/04/2024
Start up/Sviluppo d'impresa
Dettagli incentivo

FORMA agevolazione

Contributo/Fondo perduto

SETTORE

Commercio

SPESA AMMESSA

Fino a 600.000 €

REGIONI

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Umbria, Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste, Veneto

Cos'è

L'art. 2 comma 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 agosto 2023 ha previsto come misura di sostegno alle edicole un contributo pari al 50 per cento delle spese sostenute nell'anno 2022, per IMU, TASI, COSAP, TOSAP, TARI, canoni di locazione, servizi di fornitura di energia elettrica, servizi telefonici e di collegamento ad Internet, acquisto o noleggio di registratori di cassa o di registratori telematici, acquisto o noleggio di dispostivi POS e altre spese sostenute per la trasformazione digitale e l’ammodernamento tecnologico, entro il limite di 6 milioni di euro, che costituisce tetto di spesa, nel rispetto del regolamento UE “de minimis” vigente. 
Con successivo decreto del Capo Dipartimento per l’informazione e l’editoria del 28 novembre 2023 sono state definite, all’articolo 2, le modalità per la fruizione di tale agevolazione.
Con Circolare n. 1 del 20 febbraio 2024 sono forniti alcuni chiarimenti e indicazioni ai fini dell’accesso all’agevolazione prevista dal citato articolo 2, comma 2, del D.P.C.M. 10 agosto 2023.
 

A chi si rivolge

Costituiscono requisiti di ammissione al beneficio:
a) l’esercizio dell’attività di rivendita esclusiva di giornali e riviste, con l’indicazione nel registro delle imprese del codice di classificazione ATECO 47.62.10, quale codice di attività primario e/o prevalente; 
b) non essere sottoposti a procedure di liquidazione volontaria, coatta amministrativa o giudiziale
 

Cosa prevede

Il contributo, pari al 50 per cento delle spese sostenute nel periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2022, al netto dell’IVA ove prevista, è riconosciuto con riferimento alle seguenti voci di spesa: 
• Imposta municipale unica - IMU; 
• Tassa per i servizi indivisibili - TASI; 
• Canone per l’occupazione del suolo pubblico - COSAP; 
• Tassa per l’occupazione del suolo pubblico – TOSAP (ove istituita dalle amministrazioni proprietarie 
delle aree, in alternativa al COSAP)
• CUP (Canone Unico Patrimoniale, in sostituzione di COSAP e TOSAP)
• Tassa sui rifiuti – TARI; 
• Spese per canoni di locazione 
• Spese per i servizi di fornitura di energia elettrica; 
• Spese per i servizi telefonici e di collegamento a Internet;
• Spese per l’acquisto o il noleggio di registratori di cassa o registratori telematici e di dispositivi POS.
• Altre spese sostenute per la trasformazione digitale e l’ammodernamento tecnologico.

Le imprese che hanno usufruito del “Bonus edicole” per l’anno 2022 con riferimento agli “interventi di trasformazione digitale” e agli “interventi di ammodernamento tecnologico”, indicando spese per l'acquisto o il noleggio di registratori di cassa, registratori telematici o di dispositivi POS e/o spese per la trasformazione digitale e l’ammodernamento tecnologico, non potranno inserire in domanda le medesime spese.

Si precisa che NON esiste un limite alla Spesa rendicontabile; l'importo inserito nel presente portale alla voce "Spesa Ammessa Massima" è soltanto indicativa della dimensione finanziaria massima che ci si aspetta in rendicontazione. 
 

Ulteriori Dettagli

Obiettivo - Finalità

Start up/Sviluppo d'impresa

Forma agevolazione

Contributo/Fondo perduto

Costi ammessi

Non individuabili secondo le definizioni di cui ai Regolamenti Comunitari

Spesa ammessa (min-max)

Fino a 600.000 €

Agevolazione concedibile (min-max)

Fino a 300.000 €

Tipologia soggetto

Impresa

Dimensione

Grande Impresa , Media Impresa , Microimpresa , Non classificabile/classificato , Piccola Impresa

Settore attività

Commercio

ATECO

47.62;

Regioni

Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige/Südtirol - Umbria - Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste - Veneto

Comuni

--

Ambito territoriale speciale

--

Altre caratteristiche

--

Soggetto gestore

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'informazione e l'editoria

Base normativa primaria

D.P.C.M. 10 agosto 2023, attuativo dell'art.1, co. 377, della Legge 30 dicembre 2021, n.234- Ripartizione delle risorse del Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all'editoria-anno 2023

Base normativa secondaria

--

Provvedimento attuativo

D.P.C.M. 10 agosto 2023, attuativo dell'art.1, co. 377, della Legge 30 dicembre 2021, n.234- Ripartizione delle risorse del Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all'editoria-anno 2023

Riferimenti Gazzetta Ufficiale

--

Stanziamento incentivo

6.000.000 €
Approfondisci