Comune di Storo- Bando per la concessione di contributi alle attività economiche - anno 2022

Anticipo rimborsabile Aree interne Brevetto Capitale di rischio Conoscenze Tecniche Non Brevettate/Know how Consorzio tra imprenditori Contributo a fondo perduto Contributo diretto alla spesa Contributo in c/capitale c/impianti Contributo in c/esercizio Contributo in c/interessi Cooperativa Costi della ricerca contrattuale, condizioni di mercato Costo del personale Costo di immobili, fabbricati e dei terreni Costo di strumenti e attrezzature Credito d'imposta Crisi d'impresa De minimis Detrazione di imposta Differimento dell’imposta Digitalizzazione Dimensione di Impresa Ente del Terzo settore Finanziamento agevolato Fondo di investimento Formazione Professionale Grande Impresa Impianti/Macchinari Imprenditoria Femminile Impresa - PMI innovativa Impresa - Startup innovativa Impresa a prevalenza femminile Impresa a prevalenza giovanile Inclusione Sociale Innovazione e Ricerca Internazionalizzazione Interventi a garanzia Istituto finanziario Licenze Marchi Materie prime, di consumo e merci Media Impresa Microimpresa  Piccola Impresa Premio Prestito Prestito agevolato Progettazione/studi/consulenze Registro Nazionale Aiuti di Stato Reti d'impresa Riduzione dei contributi di previdenza sociale Riduzione dell’aliquota Servizi professionali Sostegno Investimenti Sostegno Liquidità Sovvenzione Sovvenzione rimborsabile Spese generali Start up/Sviluppo d'impresa Start-up Transizione ecologica ZES Zone Franche Urbane Zone sismiche
Torna al catalogo incentivi
Aggiungi ai preferiti
Aggiunto ai preferiti
Stampa

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

23/11/2023

Data chiusura

29/12/2023
Ultimo aggiornamento: 02/12/2023

Comune di Storo- Bando per la concessione di contributi alle attività economiche - anno 2022

Stato INCENTIVO

Attivo
Chiuso
In Arrivo

Data apertura

23/11/2023

Data chiusura

29/12/2023
Crisi d'impresa
Sostegno liquidità
Dettagli incentivo

FORMA agevolazione

Contributo/Fondo perduto

SETTORE

Altri servizi, Artigianato, Commercio, Edilizia, Elettronica, Ristorazione, Servizi di trasporto, Turismo

SPESA AMMESSA

REGIONI

Trentino-Alto Adige/Südtirol

Cos'è

Il bando prevede la concessione di contributi alle attività economiche per la copertura di spese di gestione anno 2022 a valere sul Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali, di cui all’art. 1 co. 65-ter legge 27 dicembre 2017, n. 205.

A chi si rivolge

1. Possono risultare beneficiarie dell’intervento, le imprese che, indipendentemente dalla loro forma giuridica, soddisfino tutti i seguenti requisiti: 
a) si qualifichino come microimprese o piccole imprese, di cui al decreto1 del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2005;
b) svolgano, alla data di presentazione della domanda ed attraverso una o più unità operative (unità locali) ubicata/e nel territorio del Comune di Storo, un’attività commerciale, nei settori corrispondenti ai codici ATECO riportati nell’allegato B, oppure un’attività artigianale, rientrando nei requisiti di cui alla Legge-quadro per l’artigianato, L. 8 agosto 1985, n. 443;
c) siano regolarmente costituite e iscritte al Registro Imprese e risultino attive al momento della presentazione della domanda, oppure siano in via di costituzione, fatto salvo quanto previsto al comma 5;
d) non siano in stato di liquidazione o di fallimento, oppure non siano soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo ed in regola con la normativa sul Durc;
e) siano titolari di partita IVA;
f) siano in grado di rispettare la normativa in materia di aiuti di stato (vedi articolo 4 del presente bando).
g) siano in regola al 31/12/2021 con tutti i pagamenti (anche pregressi) di natura tributaria ed extratributaria dovuti al Comune di Storo (imis, acquedotto, fognatura, depurazione, canone unico patrimoniale per occupazioni e pubblicita’, sanzioni per violazione a regolamenti comunali e provvedimenti comunali). Non è considerato in posizione debitoria chi abbia avuto accesso alle procedure di rateizzazione e sia in regola con i versamenti relativi; 
h) abbiano registrato al 31.12.2022 una riduzione del fatturato pari o o superiore al 10% rispetto al 31.12.2019.

2. Per le imprese esercenti attività commerciali, l’esercizio, a titolo principale o secondario, di un’attività fra quelle corrispondenti ai codici ATECO di cui all’allegato B, dovrà risultare dalla visura dell’impresa, estraibile dal Registro delle Imprese. 

3. Per le imprese artigiane, costituirà condizione necessaria per l’accesso al contributo, risultare iscritti alla sezione I dell’Albo delle imprese artigiane, tenuto dalla CCIAA. 

4. Sono altresì ammessi al contributo in oggetto, gli imprenditori agricoli che integrino i requisiti di cui al comma 1, lettere a), c), d), e), f), g) e h), ed esercitino, sul territorio del Comune di Storo, attività di vendita, ai sensi dell’art. 4 d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228. 
 

Cosa prevede

2. Costituiscono spese di gestione ristorabili, gli esborsi sostenuti dal 1 gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per far fronte alle seguenti voci di costo:
1. locazioni immobiliari
2. utenze/energia/telefono/riscaldamento;
3. noleggio attrezzature per lo svolgimento dell’attività ordinaria;
4. pulizie e sanificazioni dei locali;
5. spese per personale dipendente
6. spese per tenuta contabilità aziendale
7. spese di sicurezza aziendali;

L'importo complessivo dei fondi messi a disposizione, è pari ad Euro 46.650,00 a valere sui fondi assegnati al Comune dal DPCM 24 settembre 2020 per l’anno 2022.

Per le imprese che abbiano registrato al 31.12.2022 una riduzione del fatturato pari o superiore al 10% rispetto al 31.12.2019 l’aliquota del contributo rispetto alla spesa ammessa è pari ad una percentuale delle spese di gestione riconoscibili graduata in funzione della percentuale della perdita di fatturato subita dall’impresa al 31.12.2022 rispetto al 31.12.2019.L’importo massimo di contribuzione per impresa è stabilito, assolti i vincoli in materia di aiuti di stato, in misura pari a 4.000,00 €. 

Le spese di cui è richiesto in toto o in parte il ristoro devono risultare documentate da regolari fatture (o altri titoli aventi valore probante equivalente, qualora ne ricorrano le condizioni) intestate al beneficiario e regolarmente quietanzate. Non sono ammissibili autofatture, né il ristoro dell’IVA eventualmente versata rispetto alle spese di gestione affrontate. Le spese di cui trattasi non devono risultare ristorate con altro finanziamento pubblico o privato.
 

Ulteriori Dettagli

Obiettivo - Finalità

Crisi d'impresa - Sostegno liquidità

Forma agevolazione

Contributo/Fondo perduto

Costi ammessi

Costi di personale - Costo del personale; Costi generali - Spese generali; Oneri diversi di gestione; Servizi - Altri servizi; Servizi - Servizi professionali

Spesa ammessa (min-max)

--

Agevolazione concedibile (min-max)

--

Tipologia soggetto

Impresa

Dimensione

Media Impresa , Microimpresa , Piccola Impresa

Settore attività

Altri servizi, Artigianato, Commercio, Edilizia, Elettronica, Ristorazione, Servizi di trasporto, Turismo

ATECO

Tutti i settori economici ammissibili a ricevere aiuti;

Regioni

Trentino-Alto Adige/Südtirol

Comuni

--

Ambito territoriale speciale

Aree interne

Altre caratteristiche

--

Soggetto gestore

Comune di Storo

Base normativa primaria

DPCM CONTRIBUTI AI COMUNI DELLE AREE INTERNE, A VALERE SUL FONDO DI SOSTEGNO ALLE ATTIVITA' ECONOMICHE, ARTIGIANALI E COMMERCIALI PER CIASCUNO DEGLI ANNI DAL 2020 AL 2022

Base normativa secondaria

--

Provvedimento attuativo

D.P.C.M. 24 Settembre 2020 Contributi ai comuni delle aree interne a valere sul fondo di sostegno a le attività economiche artigianali e commerciali: Approvazione della Misura per l'anno 2020

Riferimenti Gazzetta Ufficiale

--

Stanziamento incentivo

46.650 €

Sito di riferimento

Approfondisci